• Comunicazione
    Comunicazione

    Ogni giorno... in ogni casa

Giovedì, 17 Dicembre 2009 23:00

Sconto sulle bollette dell'acqua per le famiglie a basso reddito

E ‘ in arrivo il “bonus dell’acqua”  per famiglie numerose o in condizioni sociali ed economiche disagiate.  Ne hanno parlato nel corso di un incontro con la stampa, Marisa Abbondanzieri,  presidente dell’Autorità di Ambito 2 Marche-Centro e Ferdinando Avenali, presidente di Multiservizi S.p.A., dopo l’approvazione della delibera relativa alla tariffa agevolata da parte dell’Assemblea consortile dell’AATO.

L’agevolazione che partirà dal 1° gennaio 2010, consiste in uno sconto del 50% sulla tariffa dell’acqua potabile per uso domestico che si traduce in un abbattimento del 30/40% del costo dell’intera bolletta. La riduzione di spesa  va da circa  67 euro per una famiglia con consumi fino a 150 metri cubi all’anno fino a 100 euro per una famiglia numerosa che consuma 200 metri cubi annui.

Secondo una prima stima, la tariffa agevolata riguarderà alcune migliaia di famiglie residenti nei quarantacinque Comuni dell’Ambito territoriale che potranno risparmiare sul costo delle bollette dell’acqua.

Il contributo varia secondo i consumi ed é riservato alle famiglie  con indicatori ISEE fino a € 7.500 annui che si alzano a € 10.000  nel caso in cui sia presente un soggetto che, per particolari condizioni mediche, necessiti di un maggiore utilizzo di acqua.

L’indicatore ISEE (Indicatore Situazione Economica Equivalente) non corrisponde al reddito percepito ma tiene conto della situazione sociale della famiglia e del numero dei componenti.

Il bonus può essere richiesto esclusivamente per l’abitazione nella quale la famiglia risiede e il richiedente deve essere intestatario del contratto. Per le utenze condominiali con un unico contatore, il bonus sarà calcolato forfettariamente.

Per ottenere l’ agevolazione le famiglie rientranti nei parametri previsti, devono presentare apposita domanda agli Uffici Clienti di Multiservizi corredata dalle  certificazioni ISEE,  codice dell’utenza e lettura del contatore oltre ad un documento d’identità. Le malattie che comportano un elevato utilizzo di acqua vanno certificate dal medico curante che rilascia una dichiarazione comprovante la particolare necessità di acqua.

I moduli per la domanda sono a disposizione sul sito dell’Autorità d’Ambito (www.aato2.marche.it) o su quello di Multiservizi (www.multiservizi-spa.it) mentre la certificazione  ISEE é da richiedere ad un Caf di riferimento.

Si possono presentare le domande fin da ora, la tariffa agevolata sarà applicata sulle fatture successive alla data di presentazione.

 

 

Ancona, 17 dicembre 2009                                                        AATO2 Marche Centro

Multiservizi S.p.A.