• Comunicazione
    Comunicazione

    Ogni giorno... in ogni casa

Giovedì, 29 Ottobre 2009 23:00

Il nuovo depuratore della città di Matelica

UN IMPIANTO PER TUTELARE L’AMBIENTE, DIFENDERE IL FIUME ESINO E GARANTIRE LA SALUTE DEI CITTADINI

 Inaugurato il 31 ottobre il nuovo impianto di depurazione della città di Matelica che si trova in località Pezze.

L’impianto depura le acque della città trasportate dalla principale condotta fognaria che prima scaricava direttamente nel fiume Esino, vicino all’ex mattatoio.

Non solo, sono convogliati all’impianto anche una parte dei reflui industriali autorizzati, allacciati alla fognatura pubblica. Ora arrivano al fiume acque pulite, depurate da ogni elemento inquinante e finalmente la tutela dell’ambiente nella città di Matelica è una concreta realtà.

Costruito su iniziativa del Comune, il depuratore  è stato progettato tenendo conto dello sviluppo della città sia per numero di abitanti che di insediamenti industriali.

E’ entrato in funzione non appena Multiservizi ha realizzato le condotte e i collettori fognari, tre chilometri e mezzo in totale, che trasportano all’impianto le acque reflue. A completamento dell’opera anche cinque sollevamenti. Realizzati i due posizionati in via Circonvallazione, vicino al magazzino comunale,  e in via De Magistris, gli altri tre rientrano nei lavori per la costruzione del terzo lotto che termineranno nel 2010.

Il costo complessivo delle opere di collettamento é di 1 milione e 600mila euro, un investimento rilevante per garantire alla città un’efficace servizio di depurazione, presupposto indispensabile di una seria politica ambientale. 

Per ora l’impianto serve 7.000 abitanti ma diventeranno 9.000 una volta  allacciate Casette San Domenico, la frazione Cavalieri e alcune vie del centro città.

 La depurazione è l’ultima fase del ciclo idrico integrato ed insieme alle fognature rimane il servizio meno visibile, quindi meno conosciuto.

Raramente ci si chiede dove va a finire l’acqua utilizzata che sparisce  dentro il lavandino. L’acqua sporca una volta uscita dalle nostre case finisce nella rete fognaria che la raccoglie la porta ai depuratori. In questi impianti l’acqua entra sporca  ed esce pulita, pronta per essere restituita, in tutta sicurezza, alla natura.

La nostra Azienda che lavora per quarantacinque Comuni, gestisce ben 39 impianti di depurazione che nel complesso trattano 36 milioni di metri cubi di acqua proveniente da scarichi civili ed industriali. Gli investimenti  programmati  da Multiservizi, in accordo con l’Autorità di Ambito, prevedono per i servizi di depurazione e fognatura oltre 65milioni di euro per i prossimi tre anni. Una cifra imponente destinata ad un settore poco visibile ma vitale per  il territorio dove viviamo.

Matelica,  31 ottobre 2009