• Servizi
    Servizi

    Ogni giorno... in ogni casa

Captazione e adduzione

L’approvvigionamento idrico del territorio è garantito per i Comuni della media Valle dell’Esino e del Misa, dalle sorgenti di Gorgovivo integrate nei periodi estivi con prelievi da pozzi di subalveo, mentre nei Comuni della fascia montana, l’approvvigionamento idrico deriva da sorgenti superficiali e pozzi poco profondi della zona. In totale tra sorgenti e pozzi, le fonti di approvvigionamento del territorio sono 162. L’acqua prelevata dalle sorgenti o dalle falde acquifere viene condotta ad ogni singola abitazione attraverso una serie di elementi, come centrali idriche, serbatoi di accumulo, tubazioni che tra loro connessi costituiscono l’acquedotto. Nel suo percorso l’acqua viene costantemente controllata dal Laboratorio Analisi interno della Multiservizi e dal Servizio Sanitario Nazionale. L’acqua usata viene raccolta nel vasto reticolo fognario distribuito su tutti i Comuni. Prima dello scarico in mare l’acqua è ripulita da un diffuso sistema di depuratori, 40 sull’intero territorio.

Distribuzione

Dietro ai rubinetti delle nostre abitazioni esiste una rete idrica di 5.200 chilometri, costituita da tubazioni con diametri che variano da pochi centimetri fino 1,3 metri, che permette di distribuire, mediamente, 28 milioni di metri cubi all’anno d’acqua potabile, proveniente da 162 fonti di approvvigionamento. Completano il sistema di distribuzione 406 serbatoi di accumulo, con capacità che va da pochi metri cubi fino al più grande da 16.000 metri cubi; 103 stazioni di pompaggio, 180 impianti di clorazione funzionanti con ipoclorito di sodio, biossido di cloro o raggi ultravioletti, 900 punti di prelievo di campioni di acqua potabile da cui l’ente di controllo, ASUR, può prelevare autonomamente i campioni di acqua da sottoporre ad analisi. L’elevato numero di fonti di approvvigionamento distribuite sul territorio permette anche alle frazioni più isolate di avere a disposizione acqua potabile. Tra le varie fonti emerge, per quantità e per qualità dell’acqua, la sorgente Gorgovivo dalla quale viene prelevata l’86% dell’acqua distribuita.